Un Borghese Bipolare

Potremo parlare die lavoratori di qualsiais ente che ti pare, dei loro parenti assunti, solo DOPO che si saranno dimessi dai loro incarichi ministri, parlamentari, consiglieri regionali, sindaci e politici di ogni genere, che piazzano parenti ed amici ovunque. Chi non lo capisce, è fuori di testa, anche se capisco che la madre degli imbecilli è sempre incinta. In una società, le caste hanno un disperato bisogno dei paria, anzi prosperano e si perpetuano su di essi. Carlovit, parlare di esaltazione dell’individualismo piccolo-borghese significa vedere nel sessantotto solo aspetti abbastanza folkloristici e secondari come il riprendersi il proprio corpo, il privato che si fa pubblico, la liberazione sessuale ecc. Poi scopri, keggendo le tabelle, che il PD tiene sì, che la lega è al 13%, e che il M5S, nonostante i mille problemi interni, naviga intorno https://beachfrontcastles.com/2021/10/ho-vinto-al-casino/ al 19-20%, 5-6 punti in più di Salvini.

Ciò che siamo è soltanto ciò che possiamo essere. Se continuiamo ad alimentare la nostra parte malata, impediremo alla parte sana di emergere. I medici, gli psichiatri, gli operatori credono di curare la nostra parte malata e non si curano minimamente della parte sana che ognuno ha dentro di sé. Lasciamo allora che gli psichiatri continuino a prendersi cura della nostra parte malata , mentre noi ci prenderemo cura della nostra parte sana che ogni giorno prenderà sempre più forza fino a prendere il sopravvento. Non siamo tutti uguali, neanche tra bipolari! Io non mi sarei incasinata così in due relazioni e non ho lasciato fuori la famiglia, anzi x me sono stati d’aiuto a superare i momenti brutti.

La Società che gestisce quella linea non ha nessuna scusa a sua difesa, la colpa è solo loro di quanto accaduto e non c’è prezzo che possano pagare per le vittime del loro pressapochismo. Questo incessante rincorrersi di notizie sulla malattia mentale del giovane pilota, la maniacale ricerca di elementi che avvalorino la tesi del suicidio premeditato in maniera sbilanciata rispetto al senso della tragedia ormai avvenuta, rafforza la mia tesi di controtendenza. Ovviamente le mie congetture non si basano su notizie e fatti colti di prima mano.

  • Ho assoluto bisogno di sapere da voi se quello che ho è davvero depressione, se è davvero quello il mio male.
  • Quando sei nei tuoi momenti di follia-delirio cerca di essere meno possibile tra la gente perchè spesso non si riesce a frenare quelle parole che fan si che si viene visti dagli altri come “esauriti”.
  • Non resisto più la devo baciare, almeno una volta.
  • Un bacio anche a Mariella, bello vederti anche di weekend comincio proprio a pensare che Marg e Mariella sentano veramente il senso di appartenenza a questo blog e non chi era quì da anni e lo sbandierava senza dimostrarlo con i fatti.

Non voglio che ci sia questa bugia fra di noi! Lei mi guarda curiosa, ma io tengo gli occhi chiusi, poi la bacio di nuovo. La suite è stupenda, ampia e arredata con cura, ha una bellissima terrazza, da cui si può vedere l’oceano, ma la parte migliore è un immenso letto matrimoniale che troneggia nella camera da letto. Anche il bagno ha le sue doti, ma intendo usufruirne dopo. Scruto le espressioni sui volti dei presenti.

Quindi, credo che la controindicazione principale sia la gravità o la pericolosità. Poi qui si potrebbe discutere sul piano clinico del paziente. Allora, non ho parlato dell’odorato, della cui importanza nelle relazioni interpersonali sono ultra convinto, anzi, credo che sia il più importante, tutto sommato, la biologia ce lo sta facendo vedere, perché comunque c’è un problema teorico, per cui audio, video, odorato possono essere trasmessi. Almeno, c’è un problema teorico sulla trasmissione del gusto.

Queste gallette in più che non avevo previsto mi stanno facendo impazzire ma mi ripeto che non è successo niente di grave devo stare tranquilla che sono anormale se ho paura di qualche galletta in più. Così per sfidare il mio “coraggio” ne mangio un’altra. Ora non è più coraggio, ora è fallimento totale, debolezza. Non riesco più a scrivere nulla sul computer. Devo PER FORZA avere tra le mani una galletta, oppure devo masticare, non devo mai smettere di masticare, di avere questo rumore di sottofondo.

Non so come aiutarla, sembra che ci odi tutti. Ho provato a parlare con uno psichiatra che mi ha consigliato il ricovero coatto in psichiatria. Non so se sia la soluzione giusta farla ricoverare con la forza. E sopratutto la psichiatria è il reparto adatto? Mi viene l angoscia solo a pensare di entrare in un reparto simile, figuriamoci come dev essere peruna persona che ha questi problemi.

Non credo che si possa misurare il grado di sofferenza… credo proprio sia individuale, possibile che oggettivizzi tutto, anche questo!!!!! Io soffro di ansia e attacchi di panico, disturbo ossessivo compulsivo da talmente tanti anni che la mia paura è che non passi, sono rupofobica, ho disturbi bipolari eppure sopravvivo, a volte a fatica ma sopravvivo… quindi lascia stare il “pensa che casino”, ognuno reagisce come riesce, l’importante è non mollare. Io gli ho anche detto che per quanto riguarda lo “stare insieme” non è assolutamente obbligato anzi, è stato lui a proporre la cosa ufficiale. Capisco che a 20 anni un ragazzo possa avere voglia di divertirsi e anche di sentirsi corteggiato quindi gli ho proposto la massima liberta’ ma lui dice di voler stare con me, quindi va bene anche se vivo con questo sentimento di gelosia perenne che non mi fa vivere bene.Ma è un problema mio,non suo e cerco di controllarmi anche se sto male.

Dio piccola, stasera sei bellissima con quel tubino nero che indossi, sembra che stia su per miracolo! Non vedo l’ora di togliertelo, e ammirarti con le giarrettiere che certamente indossi! Ma prima la cena, ho bisogno di calorie da poter bruciare in seguito. Il mio sesto senso mi dice che farei bene a stare sul chi vive. Comunque non voglio impensierire il mio amore. Non posso certo presentarmi dicendo “Salve signora, stia tranquilla io sono un vampiro ma anche un poliziotto!

So anche che a fine settimana avevo molte idee di riferimento, non so ma adesso non cerco di sfruttare la mia mente se no sarebbe peggio, ci sono momenti in cui lo posso fare e a volte fruttano. Ciao Ale inanzitrutto ammiro la trua forza e il tuo coraggio, io senza farmaci non sarei quà ma sarei in clinica psichiatrica. Ogni caso è da vedere ase, c’è chi riesce senza farmaci, non so se rari, c’è invece come me che ha bisogno dei farmaci, ho passato due anni senza farmaci, è statio un disatro sono andato in fase piscotica, la verità è che se non fosse per i farmaci non controllerei le m mie oscillazioni, le mie crisi e forse i miei stati euforici.

La P un po’ tendente al giallino, la D rovesciata. Quando compariranno i manifesti con Kurt Cobain, Stendhal e Maria Curie che votano sì, voi sarete ricchi. Mancano almeno cinque mesi al referendum, e non si parla d’altro. Lo scontro sarà duro e come tale va affrontato. Il paese è diviso, è vero, ma è anche un’occasione per fare un sacco di soldi.